È come se da un momento all’altro
già sulla strada
mi dovessi svegliare dicendo:
«Perdio! mi sono dimenticato la vita a casa».
Profilo facebook di Roberto Maggiani Pagina twitter di Roberto Maggiani Pagina instagram di Roberto Maggiani Pagina youtube di Roberto Maggiani
È come se da un momento all’altro
già sulla strada
mi dovessi svegliare dicendo:
«Perdio! mi sono dimenticato la vita a casa».
Profilo facebook di Roberto Maggiani Pagina twitter di Roberto Maggiani Pagina instagram di Roberto Maggiani Pagina youtube di Roberto Maggiani

Libri » Poco allegretto Libro in evidenza

Autore: Manuel de Freitas
Poesia (Traduzioni)
Traduttore: Roberto Maggiani
Lingua: italiano
Formato: copertina flessibile
Dimensioni: 140x195 mm
pp. 224
Anno di edizione: 2021
Il ramo e la foglia edizioni

ISBN: 9791280223081

16,00 €

Copertina: murales di J.M. Samina in una strada pubblica di Lagos<BR>fotografia di R. Maggiani

Copertina: murales di J.M. Samina in una strada pubblica di Lagos
fotografia di R. Maggiani

La persona-poeta ha memoria, non solo propria ma anche sociale e storica, celebra il passato, fatto di relazioni amicali, occasionali o familiari, e ne ha nostalgia: in quest’ultima vive e ne scrive con l’intento di ricordare a noi tutti la fisionomia delle cose e dei fatti, del loro inizio e del loro destino, che in parte dipendono dal singolo; ogni azione deve essere commisurata alla memoria, non solo a quella individuale ma anche a quella collettiva: c’è un flusso temporale che non può essere evitato ma anzi va rispettato.
Elemento ricorrente e sacro che, per quanto sembri assurdo, dà respiro ai versi, è la morte, essa accompagna il poeta fianco a fianco, di fatto è la sua onnipresente compagna, è la sua pressione a rendere la vita vivibile onestamente: il vago tentativo di esorcizzarla, facendosela amica e confidente, è un’inconscia soluzione al disagio della vita stessa. Il pensiero che tutto passa e si disgrega in polvere, rende l’uomo-poeta estremamente sensibile e in qualche modo anche altruista.
“Poco allegretto” può essere letto come un percorso temporale e spaziale, per mezzo dei componimenti di una delle migliori voci poetiche portoghesi contemporanee, nelle affascinanti terre del Portogallo, nella sua grandezza storica ma anche nella semplicità di un popolo.


A volte ci sembra che stiamo morendo.
Ma no; siamo semplicemente morti.
E nemmeno le macerie del passato ci commuovono più.


*

Con testo portoghese a fronte; traduzione e introduzione di Roberto Maggiani.
In copertina, fotografia di un murales di J.M. Samina realizzato sulla parete di una casa in una strada pubblica di Lagos (Portogallo)

*

Puoi acquistare il libro rivolgendoti al tuo libraio di fiducia oppure in tutte le librerie on line, o sul sito dell’editore 👇👀

📚 Il ramo e la foglia edizioni
📗 Amazon
📙 Ibs
📘 Libreriauniversitaria
📕 Hoepli
📗 Mondadori
📓 Libreria Eli
Scarica la copertina fronte/retro Scarica la copertina fronte-retro del libro
Scarica la scheda del libro Scarica la scheda del libro